Autore, video-maker e compositore. Ottico pentito, auto esoneratosi dal Dams per shock anafilattico da esposizione alla semiologia, nel 1994 frequenta i corsi popolari di armonia al Conservatorio di Milano e i corsi di animazione musicale al C.E.M.B. di Milano. Nel 1995 fonda il duo musicale Stowaway. Nel 1996 si unisce alla compagnia teatrale d'avanguardia Sisifo Seduto di Milano. Nel 2002 inizia a comporre musica elettronica, dove mescola elettrominimalismo e musica autogenerativa. Dal 2007, in collaborazione con alcune associazioni culturali di Vigevano, si dedica al video-making auto prodotto, dove integra il video nei più disparati eventi culturali, come presentazioni di artisti, letture, introduzioni a rassegne cinematografiche, teatro-canzone ecc. Nel 2010 pubblica sulla netlabel "Bandcamp" l'album "Audio Stickers". Nel 2011 scrive e dirige il suo primo spettacolo teatrale "Quotidiano Incostante". Nel 2012 scrive e dirige "Lunarchia" che viene pubblicato per edizioni "La gru" . Nel 2013 scrive e dirige "Sedara". Nel 2014 si dedica alle radio poesie, che confluiranno nel Concerto poesia "Musicrazia", raccolta di poesie su base elettronica e summa della musica per teatro. Contemporaneamente espone le sue foto in varie collettive a Vigevano e Milano. Nel 2015 scrive e dirige Temporin. OPERE: Camera Works (2007) , Video-Allegati (2007/2008), L'istinto di scrivere mi scavalca come un ladro il cancello (2008), Carta de despedida (2008), Le interviste impossibili (2008), Nazischool (2009), Mi ricordi il Giorgio (2009), Video Projector Man (2010), Quotidiano incostante (2011), Lunarchia (2012), Sedara (2013), Musicrazia (2014), Temporin (2015)WWW

Electronic, Ambient, Experimental

Autore, video-maker e compositore. Ottico pentito, auto esoneratosi dal Dams per shock anafilattico da esposizione alla semiologia, nel 1994 frequenta i corsi popolari di armonia al Conservatorio di Milano e i corsi di animazione musicale al C.E.M.B. di Milano. Nel 1995 fonda il duo musicale Stowaway. Nel 1996 si unisce alla compagnia teatrale d'avanguardia Sisifo Seduto di Milano. Nel 2002 inizia a comporre musica elettronica, dove mescola elettrominimalismo e musica autogenerativa. Dal 2007, in collaborazione con alcune associazioni culturali di Vigevano, si dedica al video-making auto prodotto, dove integra il video nei più disparati eventi culturali, come presentazioni di artisti, letture, introduzioni a rassegne cinematografiche, teatro-canzone ecc. Nel 2010 pubblica sulla netlabel "Bandcamp" l'album "Audio Stickers". Nel 2011 scrive e dirige il suo primo spettacolo teatrale "Quotidiano Incostante". Nel 2012 scrive e dirige "Lunarchia" che viene pubblicato per edizioni "La gru" . Nel 2013 scrive e dirige "Sedara". Nel 2014 si dedica alle radio poesie, che confluiranno nel Concerto poesia "Musicrazia", raccolta di poesie su base elettronica e summa della musica per teatro. Contemporaneamente espone le sue foto in varie collettive a Vigevano e Milano. Nel 2015 scrive e dirige Temporin. OPERE: Camera Works (2007) , Video-Allegati (2007/2008), L'istinto di scrivere mi scavalca come un ladro il cancello (2008), Carta de despedida (2008), Le interviste impossibili (2008), Nazischool (2009), Mi ricordi il Giorgio (2009), Video Projector Man (2010), Quotidiano incostante (2011), Lunarchia (2012), Sedara (2013), Musicrazia (2014), Temporin (2015)WWWW

Bio

Available to hire


Standard Rate:
$250 per day ($31.25 per hour)

Autore, video-maker e compositore. Ottico pentito, auto esoneratosi dal Dams per shock anafilattico da esposizione alla semiologia, nel 1994 frequenta i corsi popolari di armonia al Conservatorio di Milano e i corsi di animazione musicale al C.E.M.B. di Milano. Nel 1995 fonda il duo musicale Stowaway. Nel 1996 si unisce alla compagnia teatrale d’avanguardia Sisifo Seduto di Milano. Nel 2002 inizia a comporre musica elettronica, dove mescola elettrominimalismo e musica autogenerativa.
Dal 2007, in collaborazione con alcune associazioni culturali di Vigevano, si dedica al video-making auto prodotto, dove integra il video nei più disparati eventi culturali, come presentazioni di artisti, letture, introduzioni a rassegne cinematografiche, teatro-canzone ecc. Nel 2010 pubblica sulla netlabel “Bandcamp” l’album “Audio Stickers”. Nel 2011 scrive e dirige il suo primo spettacolo teatrale “Quotidiano Incostante”.
Nel 2012 scrive e dirige “Lunarchia” che viene pubblicato per edizioni “La gru” . Nel 2013 scrive e dirige “Sedara”. Nel 2014 si dedica alle radio poesie, che confluiranno nel Concerto poesia “Musicrazia”, raccolta di poesie su base elettronica e summa della musica per teatro. Contemporaneamente espone le sue foto in varie collettive a Vigevano e Milano. Nel 2015 scrive e dirige Temporin.

OPERE:
Camera Works (2007) , Video-Allegati (2007/2008), L’istinto di scrivere mi scavalca come un ladro il cancello (2008), Carta de despedida (2008), Le interviste impossibili (2008), Nazischool (2009), Mi ricordi il Giorgio (2009), Video Projector Man (2010), Quotidiano incostante (2011), Lunarchia (2012), Sedara (2013), Musicrazia (2014), Temporin (2015)


    uniE603 02 - Sun Marie
    #audio #Electronic #Ambient #Darkwave #Drone #Art #Free #Glitch #Industrial #Instrumental #Loop #LoFi #Noise #Other #ProgWW
    uniE603 Itinerari per perdersi
    ITINERARI PER PERDERSI (2005) ho viaggiato poco e male spinto dalla convinzione che il viaggio randagio venisse meglio sentito chissà perché pensavo che il dormire all'addiaccio dovesse scaturire una rivoluzione in me stesso ho viaggiato poco e male ho viaggiato poco e male ubriacandomi di paesi nella breve durata del denaro contato e volevo stupirmi esteticamente ma a impressionarsi era la mia fotocamera raschiata di gelo e di polvere ho viaggiato poco e male chissà perché cercavo le mie radici nei luoghi di altri ignorandone in me la minima traccia quando invece già possedevo un'idioma, il mio clima e un paesaggio che a chiunque bastava forse perché volevo dell’altro un breviario di vita per le mie domande rabbiose ma dallo spazio calpestato non ebbi molto più che dai quartieri da cui ero partito e tornato in verità una sola risposta l'ho avuta dalle convivenze con quelli che mi hanno ospitato ho capito che mai saremmo stati uguali mai verremmo trattati allo stesso modo il forestiero non è gradito l'integrazione che abbiamo barattato con un lavoro che lo stato concede per garantire illusioni è una finta uguaglianza affinché il sistema di produzione indisturbato continui. #audio #Pop ElectronicWW
    uniE603 04 - Neuros
    #audio #Electronic #Ambient #Darkwave #Drone #Art #Free #Glitch #Industrial #Instrumental #Loop #LoFi #Noise #Other #ProgWW
    uniE603 LA BUONA FIRMA
    LA BUONA FIRMA (1997) Edoardo è disonesto e non riesce a coordinare I suoi muscoli facciali al suo istinto d'animale. Edoardo non ha nulla da perdere, non ha altri scopi Oltre quelli stretti tra l'inguine e le arcate dei denti Edoardo ti puoi permettere di dire balle, tanto domani Non sarai lì a giustificarle, non ti conosceranno che un giorno solamente. Edoardo non si offende, non considera parole E a chi gli vuota suggerimenti dice: "Mai dietro consiglio !" Edoardo quante occasioni mi sono giocato, volevo dimostrare Che mi è facile partire da zero e mai mi sono demotivato. Ma per Edoardo è facile piacere, tanto contano i sentimenti E in un attimo i fragili vengono ingannati meglio dei falsi credenti. Si fa rispettare, ha poco da offrire e non ha mai un vero appuntamento Anche se ogni ritardo, pur sempre un diritto umano, è da capire Non si è mai venduto, nessuno ha mai adulato," Prima la coerenza con se 'stessi" E per rifarsi spreca insulti in idiomi solo a lui concessi. Così ti hanno scoperto sia con il "dettaglio" delle ore rubate Nelle tasche domestiche e la testa all'estero. Mi disse:" Faccio questo per avere qualche argomento quando avrò dei figli Anche se non posso raccontargli tutto il resto; Che il primo amore l'ho scelto in un qualche marciapiede, Che il primo fiore è stato un'ortica, ma questa voi non ditegliela." Sai, infine, che godimento peggiorare le poche persone di livello Che si ha la fortuna di incontrare E ho scelto i più deboli e senza un progetto Per fotografargli l'anima e stracciargliela al cospetto. #audio #PopWW
    uniE603 Memorie del cartellino
    MEMORIE DEL CARTELLINO (2008) Cos'è quest'ansia di accomodamento la libertà non è accomodamento ma come si vive davvero in questo territorio di mezzo tra la rinuncia e l' azione del gesto Juncker Jorg abolì il purgatorio 1300 anni di cattiva coscienza del popolo in fuga da Roma mi disse l’ Europa sta cambiando un'onda libertaria "la trionferà" . (fortuna che ho una faccia che dissuade ogni confidenza è il mio indennizzo al pettegolezzo) Tu che dalla mia polvere sei orientato un tempo si che ti obbedivo passante di riferimento è una vita che sospendo il mio giudizio per star bene anche con te ma lucidavo le mie armi di nascosto. A che servono gli allenamenti verbali dire "no" allo specchio senza riproporlo alla gente quando nessun rito di passaggio è da scontare e il ricorso al buon senso esaurisce ogni mutamento. (Il mio profilo basso era cautamente calcolato per sparire all'occasione nell'anonimato). Ma tutta l'energia accumulata nelle giornate che tu chiami a carica positiva evapora alle prime ore di lavoro ben pagate accanto all'illusione che è la routine a produrre subordinazione. Non ci sono periodi spartiacque, non c’è portiere che impedisca una qualsivoglia via di fuga c’è solo la rabbia disciolta in usi civili e un lento rimandare ad anni lì a venire. --------------------------- musica di Valerio Incerto violino: Elena D'Angelo pianoforte: Massimiliano Di Landro #audio #ClassicalWW
    uniE603 Sfridi dell'anima
    The words of Frida Kahlo Voice: Valentina Summa #audio #Soundtrack #SoundscapeWW

Hire a freelancer today

There are thousands of other creative and digital freelancers available.